Ciao ad Alfredo Provenzali ed alla sua mitica voce

scritto da Rosanna Grano - Pubblicato il | Aggiornato il 13 lug 2012 12:53
Area

Squer.it vuole ricordare Alfredo Provenzali, scomparso questa notte a Genova, con la radiocronaca delle fasi finali dei 400 misti alle Olimpiadi di Monaco del 1972, che hanno visto salire sul gradino più altro del podio l’australiana Gail Neall davanti alla canadese Leslie Cliff e la nostra 17enne padovana Novella Calligaris, una delle prime medaglie della storia del nuoto italiano.

 

La Calligaris aveva già vinto  l’argento nei 400 stile libero vinti da Shane Gould e poi conquisterà un altro bronzo negli 800 stile libero.
Oggi sarebbe stato il giorno del suo 78esimo compleanno. Era nato il 13 luglio 1934, di venerdì.

 

Gabriele Majo, di tuttoilcalcioblog.it, lo aveva intervistato a Bologna nel 2011. A lui aveva detto: “Esistono ancora degli sport dove la lealtà è ancora alla base di tutto quanto e se dovessimo perdere questo sentimento allora potremmo dire addio allo sport.”

 

Poi Majo gli ricorda che in una precedente intervista aveva dichiarato che il calcio è uno sport immortale, perché se si chiude un bambino in una stanza con un pallone questi ci gioca. E Provenzali risponde che “sicuramente il calcio è lo sport più popolare, anche se ora è rovinato nel linguaggio. – e aggiunge – Vorrei chiedere alla gente per strada cosa significano espressioni come ‘aggredire gli spazi’ o ‘il baricentro spostato in avanti’. Sono convinto che nessuno saprebbe rispondere.”

 

Ecco come Alfredo Provenzali viene ricordato su Twitter:

 

  • steflivano@hotmail.com

    una voce indimenticabile: RIP

  • simonichristian@gmail.com

    come già scritto altrove: dedicato ad Alfredo Provenzali che se n'è andato oggi, a un calcio minuto per minuto che con lui perde un altro pezzo di storia, a un modo di fare sport alla radio ormai poco utilizzato, che sarà pure retrò ma non ha niente a che fare con la cafonaggine dei calciatori e dei cronisti attuali.

  • simonichristian@gmail.com

    di alfredo provenzali mi piaceva anche quell'essere sempre velatamente critico (da signore quale era) nei confronti dello spezzatino servito da sky e dalle televisioni, e la sua sincera soddisfazione nel commentare le giornate in cui tutte le squadre giocavano alla stessa ora lo stesso giorno.

    tipo così: http://youtu.be/Z0e95MzGewo

Uno squer

Nel flusso continuo d’immagini, storie, notizie generato dalla rete, Squer.it seleziona e approfondisce i temi più discussi, più importanti o più richiesti dagli utenti. Squer.it, grazie a una tecnologia innovativa, raccoglie tasselli d’informazioni, li collega assieme in una storia o in più storie per offrire al lettore contenuti completi e curati.