Misano, grave incidente per Alessia Polita. Resterà paralizzata

scritto da Fabio Casati - Pubblicato il | Aggiornato il 17 giu 2013 2:41
Area

I grandi appassionati di motociclismo ricorderanno sicuramente la rovinosa caduta che nel 1993 interruppe bruscamente la carriera del tre volte campione mondiale della classe 500 Wayne Rainey, causandogli la paralisi agli arti inferiori. L’identico dramma a vent’anni di distanza è capitato ad Alessia Polita, mentre era impegnata nelle prove ufficiali del campionato italiano velocità Stock 600.
 
Stesso circuito, stessa curva, stessa tipologia di incidente e purtroppo stesse conseguenze riportate dalla 27enne di Jesi, che ha perso il controllo della sua Yamaha R6 all’ultima curva prima del rettilineo di partenza del tracciato di Misano Adriatico. Una caduta apparsa subito grave, tant’è che la pilota è stata trasportata immediatamente all’Ospedale Bufalini di Cesena.
 
Alessia Polita ha riportato diverse fratture, tra cui quella al midollo spinale che le è risultata fatale. Nonostante l’intervento chirurgico d’urgenza al rachide per la frattura da scoppio della dodicesima vertebra dorsale, non è stato possibile evitare la paralisi. La sfortunata centaura marchigiana infatti ha perso in maniera permanente la mobilità del corpo dal petto in giù. Lo hanno ufficializzato le fonti mediche dell’ospedale romagnolo in cui è ricoverata.
 
Sorella di Alex, anche lui pilota professionista e campione italiano nella Superstock 1000, Alessia ha iniziato a correre a 15 anni ed è stata anche lei campionessa nazionale femminile sempre nella Superstock. Il talento e la passione l’hanno spinta a confrontarsi anche coi colleghi maschili, con buoni risultati.
 

Uno squer

Nel flusso continuo d’immagini, storie, notizie generato dalla rete, Squer.it seleziona e approfondisce i temi più discussi, più importanti o più richiesti dagli utenti. Squer.it, grazie a una tecnologia innovativa, raccoglie tasselli d’informazioni, li collega assieme in una storia o in più storie per offrire al lettore contenuti completi e curati.