Samuele Piccolo agli arresti domiciliari, il partito lo sospende

scritto da Rosanna Grano - Pubblicato il | Aggiornato il 13 lug 2012 17:28
Area

Samuele Piccolo ha 31 anni ed è il vicepresidente del consiglio comunale di Roma.

 

Da stamattina è agli arresti domiciliari insieme con il padre Raffale. Il fratello Massimiliano, invece, è finito in carcere.

L’inchiesta che lo riguarda coinvolge nel complesso sette persone e i reati ipotizzati sono diversi a seconda della posizione processuale. In particolare, associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale, appropriazione indebita e illecito finanziamento ai partiti.

 

Ma chi è Samuele Piccolo? Per cosa lo ricordiamo?

C’è chi lo associa subito ai manifesti elettorali che tempo fa hanno invaso i muri della Capitale e sui quali campeggiava il suo cognome.

Nel 2006, scrive Claudio Cerasa sul suo blog nel quale ha pubblicato un passo del suo libro ‘La Presa di Roma’, in città erano apparsi manifesti con il nome di Piccolo, ancora poco conosciuto perfino tra i militanti del suo partito, all’epoca Alleanza Nazionale. Ci si chiedeva chi fosse questo Piccolo e a quale schieramento politico appartenesse. Solo dopo insieme al nome apparì anche il partito che lo candidava.

 

C’è, poi, chi lo ricorda per quello che successe nel 2010 in occasione delle ultime elezioni regionali nel Lazio, quando, per cassare il suo nome e quello di altri, le liste elettorali vennero presentate in ritardo. Il PdL, partito del quale nel frattempo era entrato a far parte, rischiò di non partecipare alla competizione elettorale, che alla fine invece vinse con la proclamazione di Renata Polverini a Presidente della Regione.

 

E, secondo quanto scrive sempre Claudio Cerasa sul suo blog, quella non è stata l’unica occasione in cui Samuele Piccolo ha vissuto momenti di tensione. Nel 2008, dopo aver vinto le elezioni amministrative ed essere stato eletto con un largo consenso, il neosindaco Gianni Alemanno lo nominò vicepresidente  del consiglio comunale e gli affidò la delega alla Sicurezza. Ma quest’ultima

Devi eseguire il login per aggiungere commenti.

Disclaimer

Uno squer

Nel flusso continuo d’immagini, storie, notizie generato dalla rete, Squer.it seleziona e approfondisce i temi più discussi, più importanti o più richiesti dagli utenti. Squer.it, grazie a una tecnologia innovativa, raccoglie tasselli d’informazioni, li collega assieme in una storia o in più storie per offrire al lettore contenuti completi e curati.