Riserva dello Zingaro, la perla della Sicilia è ormai cenere

scritto da Elisa Gianni - Pubblicato il
Area

 

Più di una settimana fa bruciava la discarica palermitana di Bellolampo. Oggi, dopo dieci giorni di focolai soffocati, poi di nuovo attivi, di rifiuti accumulati ai bordi delle strade e di paura per gli effetti sulla salute dei roghi, l’assessore regionale Massimo Russo ha negato la presenza di elementi che possano far parlare di contaminazione ambientale, rassicurando che comunque la situazione sarà monitorata.

 

 

 

 

 

Dieci giorni durante i quali, mentre il maltempo colpiva il nord Italia – e uccideva due donne in Alto Adige, i roghi al Sud non si sono placati.

 

Nelle ultime 48 ore, la Sicilia  ha subito i danni delle fiamme nella provincia di Palermo e di Catania, di Ragusa e di Siracusa. La provincia di Trapani ha invece visto bruciare la Riserva dello Zingaro, perla del patrimonio ambientale siciliano ormai inesistente.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sette chilometri di bellezza naturale andati in fumo in un incendio “spento da solo, soltanto perché non c’era più nulla da bruciare”, come ha detto il sindaco di San Vito Lo Capo.

 

Un incendio sulla cui natura dolosa non si hanno dubbi (al punto che il Codacons ha emesso una taglia di duemila euro sui piromani) e attorno al quale sono montate le polemiche  di chi, come Pietrangelo Buttafuoco su Il Foglio, punta il dito contro i forestali stagionali.

 

Qualcuno su Twitter li difende…

 

 

 

… Ma niente si può fare ormai per rendere alla Sicilia la Riserva dello Zingaro.

 

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

  • Christophe Julliand

    Che tristezza

  • letizia_ber@yahoo.it

    è imbarazzante

Uno squer

Nel flusso continuo d’immagini, storie, notizie generato dalla rete, Squer.it seleziona e approfondisce i temi più discussi, più importanti o più richiesti dagli utenti. Squer.it, grazie a una tecnologia innovativa, raccoglie tasselli d’informazioni, li collega assieme in una storia o in più storie per offrire al lettore contenuti completi e curati.